• By Jianlucah
  • In Italia

Clownterapia

Costituisce una forma di volontariato ospedaliero orientato a migliorare lo stato psicologico dei pazienti pediatrici e psichiatrici, aiutandoli ad affrontare con spirito positivo le terapie mediche e la degenza. Il clown di corsia viene formato con competenze teatrali e di clownerie a cui si aggiungono altre di tipo sociopsicopedagogico, per esercitare un’attività artistico-creativa fondata su tecniche mutuate dall’arte del clown, dell’umorismo, della comicità, dell’improvvisazione teatrale. Il reparto ospedaliero si trasforma in un contesto in cui si gioca e ci si può divertire, in virtù della presenza del clown che smitizza, con la propria presenza, la sacralità ed i timori che il luogo evoca.
Nel novembre del 2014 è stato edito dalla Casa Editrice Pensa il libro “Con un naso rosso tutto posso”, a cura di Don Gianni Mattia, in cui i volontari clown hanno raccolto le loro emozioni e i loro vissuti durante i turni in reparto.
I volontari clown sono presenti nei reparti di Pediatria e di Psichiatria dei seguenti nosocomi: “Vito Fazzi” di Lecce, “Santa Caterina Novella” di Galatina, “V. Delli Ponti” di Scorrano. Nelle pediatrie degli Ospedali “San Giuseppe” di Copertino, “Sacro Cuore di Gesù” di Gallipoli e “G. Panico” di Tricase” (in quest’ultimo caso anche presso l’Ambulatorio pediatrico di Oncologia). Nei Servizi Psichiatrici di Diagnosi e Cura degli Ospedali “F. Ferrari” di Casarano e  “Nelli” di San Pietro V.co. Infine, presso altre Strutture, quali: RSA “San Raffaele” di Campi Salentina, Comunità Socio – riabilitativa “Dopo di Noi” di Lecce, Comunità Riabilitativa Assistenziale Psichiatrica “Villa Libertini” di Lecce, Casa di riposo “Giovanni XXIII” di Galatone e RSA “Casa Serena” di Matino,  garantendo quasi 8.000 ore di volontariato in un anno.

Vedi evento

Per ricevere info sull’iscrizione al corso di clownterapia invia i tuoi dati compilando i seguenti campi